Arcipelago Toscano in barca a vela

Arcipelago Toscano in barca a vela: Isola D’Elba, Capraia, Giglio, Giannutri, Pianosa. La crociera prevede la visita di 2 delle isole dell’Arcipelago: Elba e Capraia. In 2 settimane, si può raggiungere anche il Giglio e Giannutri. La presenza frequente dei delfini, la rende particolarmente ideale per famiglie con bambini. L’isola D’’Elba, ricca di baie, e di vita notturna. Capraia, selvaggia e rocciosa. L’isola del Giglio con le sue piccole spiagge chiare; Giannutri con i suoi spettacolari fondali e Pianosa dall’acqua cristallina. Vento favorevole accompagna in genere questo braccio di mare, pertanto la navigazione non comporta il più delle volte, nessun tipo di difficoltà. Data la possibilità di riparo tra le coste, diventa una crociera in barca a vela adatta particolarmente ai piccoli e adulti che vogliono trascorrere la vacanza in acque sicure…

PIANO CROCIERA: Arcipelago Toscano in barca a vela

– Tipologia di crociera: in solitaria o in flottiglia
– Imbarco: alle ore 18:00 a San Vincenzo ( o Salivoli o Punta Ala in base all’imbarcazione prenotata)
– Sbarco: alle ore 9:00
al porto di imbarco
– Settimana 7gg/6notti: domenica-domenica
– Periodo: da aprile ad ottobre – sabato-sabato
– Imbarcazione: barca a vela – 3/4 cabine doppie – 2/4 bagni
– Quota individuale: da € 430,00 a € 780,00

La quota Comprende: skipper, sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale.
La quota non comprende: viaggio fino al luogo d’imbarco, cambusa, carburante, eventuali porti e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

PROGRAMMA CROCIERA: Arcipelago Toscano in barca a vela
  • Domenica:
    L’imbarco è previsto per le ore 18:00. Si prende posto in cabina e ci si organizza per fare cambusa. Serata a terra e pernottamento in porto.
  • Lunedi:
    La
    crociera in Arcipelago Toscano in barca a vela ha inizio… Navighiamo in direzione Isola d’Elba. Si raggiunge Punta Ripalti  e giungiamo a Remaiolo, dove ancoriamo fra scogli e spiagge selvagge. Sosta per un bel bagno e pranzo a bordo. Nel pomeriggio doppiamo Punta Calamita e le Isole Gemini per inoltrarci nella profonda e riparata rada di Golfo Stella. dove trascorriamo la notte.
  • Martedi:
    Lungo l’arenile di una piccola spiaggia, i riflessi del sole illuminano piccoli sassi neri e lisci del bagnasciuga, è la spiaggetta di
    Acquarilli. Nel pomeriggio si esce dal golfo e si veleggia fino a raggiungere Capo di Fonza; ancora bagni, aperitivo al tramonto e rientro per la notte nel Golfo di Lacona.
  • Mercoledi:

    L’Arcipelago Toscano in barca a vela, ci mostra opere d’arte.. Le pendici del  Monte Capanne, con Plutone granitico di più di 1000 mt, scende direttamente verso le profondità del Mar Tirreno e offre pochi ancoraggi, ma decisamente spettacolari. Uno è Pomonte, presso il relitto dell’Elviscot, piccolo mercantile naufragato nel 1974. Ora giace a soli 12 mt di fondale, con alcune parti che risalgono a soli 2 metri dalla superficie. Nel pomeriggio si raggiunge Zanca, la rada tranquilla, dove ci si ancora per trascorrere la notte.

  • Giovedi:
    Salpiamo verso
    Capraia, dal fascino selvaggio… a viverla pochi abitanti e qualche capra. Cala del Ceppo, la Mortola, il Moreto, Porto Nuovo, Punta della Teglia e soprattutto Cala Rossa: acque smeraldine sono sovrastate da alte scogliere di origine vulcanica. Dal piccolo accogliente porto, gli unici 800 metri di strada asfaltata dell’isola conducono al paese, adagiato sul promontorio, che termina al Castello di Forte San Giorgio, luogo ricco di storia e di misteri. Ci attende una serata in piazza, magari a ritmo di musica…
  • Venerdi:
    Ancora una giornata dedicata a
    Capraia, la perla dell’Arcipelago Toscano. Grazie alla completa assenza di inquinamento luminoso, le notti in rada sono uno spettacolo di volte stellate indimenticabili. Con gli equipaggi più sportivi la crociera in Arcipelago Toscano in barca a vela potrebbe prevedere anche una puntata su Capo Corso, che dista solo una quindicina di miglia da Capraia, ma è un fuori programma. Serata a terra per una cena tipica toscana.
  • Sabato:
    La vacanza volta al termine… Ci si prepara er la traversata del rientro, più lunga rispetto a quella dell’andata. I venti prevalenti in genere, favoriscono una bella veleggiata al lasco. Possibilità di sosta per un ultimo bagno e poi si arriva a destinazione. Pernottamento in porto.
  • Domenica:
    Lo sbarco è previsto entro le ore 9:00.
< in caso di crociera di 2 settimane, si raggiunge l’isola del Giglio e Giannutri, poste più a sud della costa tirrenica>

NB: Gli itinerari riportati sono un’indicazione di massima della rotta, in quanto per sua stessa natura il viaggiare per mare rende impossibile rispettare una programmazione dettagliata degli itinerari tanto in anticipo, a causa delle condizioni meteo-marine. Per motivi di sicurezza il giudizio dello skipper, per quanto riguarda la navigazione e le eventuali variazioni al programma, è insindacabile.